GaspareScimò

Amo Alessandra, i miei figli e scrivere. Il resto mi serve solo a far meglio queste tre cose.

Me ne stavo col culo poggiato sul bagagliaio dell’auto, in uno di quei momenti vuoti che solo una sigaretta sa riempire di significato. Poggiai la mano sul fianco e dopo aver tastato la forma rettangolare del pacchetto, ho aperto la tasca del giubbotto e l’ho tirato fuori. Sul fronte c’era stampato un pezzo di polmone …

Continua a leggere

Ogni volta che papà me lo chiedeva sembrava che avessi la possibilità di scegliere, ma la sua non era una proposta – Gaspare, ti va di uscire? A me non andava per niente, volevo restare a casa a guardare i cartoni o a giocare, e ci provavo a rispondergli di no, ma lui diceva – …

Continua a leggere

Quando stavo per diventare padre ci pensavo spesso a questa cosa di diventare genitore, e ogni volta avevo la sensazione di pensare a qualcun altro. Che quello che stava per succedere riguardasse un’altra persona. Non me. Uno qualunque. Uno sconosciuto. Chiunque tranne me. Più si avvicinava quel momento e più mi sentivo confuso, preoccupato, insicuro. …

Continua a leggere

Oggi pomeriggio ho deciso di portare i bambini a mare, dopo una giornata di lavoro ero entusiasta di fare un bagno. Una volta imboccata l’autostrada Havana mi chiama. – Papà. – Che c’è Havana? – Ho due notizie: una bella e una brutta. – Per prima dimmi la brutta. – La brutta è che non …

Continua a leggere

Il nome della rosa – il film – mi ricorda papà. Quando ero piccolo, papà se ne stava ore e ore seduto sulla sdraia. La chiamavamo così a casa: la sdraia. E per ore e ore, guardava la ttivvù. La chiamavamo così a casa: la ttivvù. Il pomeriggio era appuntamento fisso con Start Trek. Data …

Continua a leggere

Ieri è stata una bellissima giornata alla scoperta della natura e del mondo delle api. Tenevo d’occhio i miei bimbi come se fossi la guardia del corpo del presidente degli Stati Uniti e nel frattempo constatavo con quanto entusiasmo, grandi e piccini, partecipavano alle attività. La gioia più grande è stata vedere i piccoli nativi …

Continua a leggere