GaspareScimò

Amo Alessandra, i miei figli e scrivere. Il resto mi serve solo a far meglio queste tre cose.

Nonno era Amedeo Nazzari. Nonna era la signora Minù. Nonno era due mani nere sporche di officina. Nonna era due mani ad artiglio per l’artrosi. Nonno era tre parole e un’imprecazione. Nonna era il dialetto romano, nonostante decenni di vita in Sicilia.