GaspareScimò

Amo Alessandra, i miei figli e scrivere. Il resto mi serve solo a far meglio queste tre cose.

In questi giorni, a Palermo, il tempo non è niente male, quindi ne approfitto per far stare i miei figli all’aria aperta. – Dove volete andare bambini? – faccio la domanda di rito, ma conosco già la risposta. – A San Lorenzo, papà – dicono in coro. E a me sta bene, loro fanno merenda, …

Continua a leggere

Nonno era Amedeo Nazzari. Nonna era la signora Minù. Nonno era due mani nere sporche di officina. Nonna era due mani ad artiglio per l’artrosi. Nonno era tre parole e un’imprecazione. Nonna era il dialetto romano, nonostante decenni di vita in Sicilia.