GaspareScimò

Amo Alessandra, i miei figli e scrivere. Il resto mi serve solo a far meglio queste tre cose.

La storia atroce di Desirée Mariottini, com’era prevedibile, ha scatenato una valanga di opinioni, alimentata da una feroce indignazione, che sta travolgendo impetuosamente sempre lo stesso versante della nostra società: quello che non vuole o non sa fare le dovute distinzioni. Quella che contrappone sempre il bene e il male. I buoni e i cattivi. …

Continua a leggere

Scrivo queste righe alla sindaca di Lodi, Sara Casanova, affidandole a un post. Lo faccio esattamente con lo stesso spirito che avrei se lanciassi un messaggio dentro a una bottiglia tra le onde del mare: la fiducia che arrivi a destinazione è poca, ma mi conforta l’idea che non saranno poche le persone che raggiungerò. …

Continua a leggere

Sono consapevole del rischio di poter sembrare retorico fino alla nausea, ma la necessità di scrivere queste parole è più forte di me. Questa mattina quando ho svegliato i miei bambini, pensavo troppo a quei due poveri angeli, le due bambine che da quel letto non si alzeranno mai più. La nuova ondata di gelo …

Continua a leggere