GaspareScimò

Amo Alessandra, i miei figli e scrivere. Il resto mi serve solo a far meglio queste tre cose.

Un mercato, un teatro e un museo vivente, questo è Ballarò. Lo è tutti i giorni e forse, oggi che è Natale lo è ancora di più. Un posto in cui un gatto e un gabbiano, in questa giornata di festa, hanno deciso di darsi tregua, condividendo sullo stesso tetto il tepore del sole invernale. Ogni volta che mi trovo qua ho sempre la stessa sensazione, quella di stare in un luogo abbastanza capiente da contenere tutto il meglio e tutto il peggio della città. E passeggiando tra i suoi vicoli, mi convinco che l’anima di Palermo si sia incastrata in questo luogo. Tra i tendoni delle putie, dentro i catenacci delle saracinesche, tra le pieghe delle balate o nell’occhio rosso sangue di un vecchio ubriaco. E mi piace credere che Palermo abbia affidato agli uomini e alle donne che vivono in questo mercato il compito di resistere al tempo che scorre. Gli auguri più sentiti, quest’anno, voglio farli a lei: alla mia città e a Ballarò. L’augurio che tutto possa diventare sempre più bello, sì, ma senza perdere mai la magia a cui mi ha abituato fin da quando ero bambino.

2 risposte a "Ballarò"

  1. Chiara S. ha detto:

    Palermo manca di piu’ a chi è Fuori sede come me…e che con animo romantico pensa che presto arriverà il proprio rientro anche a costo di pane e cipolle.

    Mi piace

    1. Gaspare Scimò ha detto:

      È una sensazione che ho provato. So bene di cosa parli.

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: