GaspareScimò

Amo Alessandra, i miei figli e scrivere. Il resto mi serve solo a far meglio queste tre cose.

Oggi pomeriggio ho deciso di portare i bambini a mare, dopo una giornata di lavoro ero entusiasta di fare un bagno. Una volta imboccata l’autostrada Havana mi chiama.
– Papà.
– Che c’è Havana?
– Ho due notizie: una bella e una brutta.
– Per prima dimmi la brutta.
– La brutta è che non c’è la bella.
– Come non c’è la bella.– Sì, non c’è. Sono due brutte.
– E qual è l’altra?
– Devo fare cacca.
– Ma dove mi fermo adesso! Ce la fai a resistere?
– Non lo so papà, c’ho troppe bombette.
– Bombette?
– Sì papà, hai capito…
– Ok, adesso mi fermo.
Accosto in corsia d’emergenza e mentre le macchine mi sfrecciano a pochi metri, come se fossero aeroplani pronti per il decollo, indosso il gilet giallo fosforescente con le righe catarifrangenti.
Proprio mentre apro lo sportello posteriore realizzo che non ho nemmeno un centimetro di carta. Un fazzolettino imbevuto. Niente.
– Andiamo.
Pronuncio quella parola con la rassegnazione di un condannato a morte.
– Papà, la vuoi sapere la bella notizia? Ti ho fatto uno scherzetto.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: